SANTUARIO DI ERCOLE VINCITORE - Tivoli (RM)

Ad Ercole Vincitore nel corso del II secolo avanti Cristo fu dedicato un Santuario tra i maggiori complessi sacri dell’architettura romana in epoca repubblicana
Il santuario consta di tre parti principali: il teatro, una grande piazza delimitata da portici ed il tempio vero e proprio.
Su indicazione specifica della Soprintendenza la C.S.C.I con resine speciali ha restaurato la pavimentazione
interna di alcune sale del Santuario
intervenendo anche nelle teche in ferro e vetro dove si conservano dei reperti museali archeologici.
Ad Ercole Vincitore nel corso del II secolo avanti Cristo fu dedicato un Santuario tra i maggiori complessi sacri dell’architettura romana in epoca repubblicana dotato di una serie di terrazzamenti a picco sul fiume Aniene. Il santuario, a pianta rettangolare (188 x 140 m), misurava originariamente 3000 m2. All’interno del Santuario è inoltre presente un Antiquarium che espone elementi decorativi del tempio, stele e statue che erano collocate lungo i portici e i donaria. Come per Villa Adriana sono state pure ripristinate strade di collegamento del vasto complesso archeologico ricorrendo all’utilizzo di resine e ossido per consolidare l’antico calpestio di epoca repubblicana.